Ultimi argomenti
» Cambio musica...
Lun Set 19, 2016 10:53 pm Da solenascente

» Incontro di oggi
Gio Set 01, 2016 8:16 pm Da solenascente

» Orrore a Parigi
Dom Nov 15, 2015 1:18 pm Da solenascente

» Una canzone
Ven Nov 13, 2015 11:09 pm Da solenascente

» PREGHIERA
Ven Dic 12, 2014 11:40 pm Da solenascente

» Fiori" particolari"
Ven Nov 14, 2014 8:45 pm Da solenascente

» PENSIERO DI OGGI
Gio Ott 09, 2014 12:02 am Da solenascente

» PITTORE IPERREALISTA PAOLO TAGLIAFERRO
Mar Ott 07, 2014 7:13 pm Da solenascente

» Ritmi esotici
Ven Mag 02, 2014 11:43 pm Da solenascente

Statistiche
Abbiamo 111 membri registrati
L'ultimo utente registrato è pittoreiperrealista81

I nostri membri hanno inviato un totale di 12193 messaggi in 1981 argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 3 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 3 Ospiti

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 340 il Mer Giu 02, 2010 10:18 pm

BR ? ma perchè....

Andare in basso

BR ? ma perchè....

Messaggio  gabriel il Lun Gen 18, 2010 4:56 pm

BR ? anche io condanno queste persone , lo scontro armato non è mai la soluzione giusta .

ROMA - Manolo Morlacchi, figlio dell'ex brigatista Pierino Morlacchi, e Costantino Virgilio sono stati arrestati a Milano nel corso di un'indagine condotta dalla Digos di Roma in collaborazione con i colleghi di Milano. Molracchi, 39 anni, e Virgilio, 34 anni, entrambi residenti a Milano e dipendenti di un'agenzia di gestione archivio, avevano subito una perquisizione domiciliare il 10 giugno scorso quando la Digos di Roma arrestò tra Roma e Genova un gruppo di presunti brigatisti sequestrando anche un numero ingente di armi.

Gli arresti sono stati eseguiti in esecuzione di un provvedimento cautelare emesso dal Gip del Tribunale di Roma, Caivano, su richiesta del Pool Antiterrorismo della Procura della Repubblica di Roma diretto dal Procuratore Aggiunto Pietro Saviotti.

I due arrestati sono accusati di far parte della associazione terroristico-eversiva, costituita in banda armata, denominata 'per il comunismo Brigate Rosse'. Altri appartenenti a questa formazione eversiva erano stati arrestati nel giugno scorso dalla Digos di Roma.

TROVATO UN MANUALE DEI RIVOLUZIONARI
Uno degli uomini arrestati dalla Digos è stato trovato in possesso di materiale informatico in cui vengono spiegati i criteri e le modalità di criptazione dei documenti per finalità eversive, una sorta di manuale di istruzioni destinato ai componenti del gruppo anche per l' utilizzo dell'informatica. Nel documento stesso viene testualmente definito: ".. una specie di codice di condotta che consigliamo ai militanti rivoluzionari", con una serie di indicazioni anche per evitare i controlli da parte delle forze dell'ordine, nonché istruzioni per non farsi "tracciare" in rete. Il materiale informatico è stato esaminato dalla Digos di Roma con il concorso del Servizio e del Compartimento Polizia Postale di Roma. Secondo gli investigatori i due arrestati, erano "legati" all'organizzazione "per il comunismo Brigate Rosse" e partecipavano ad "incontri strategici". Con l'accusa di far parte di questa organizzazione di matrice marxista-leninista che si proponeva il rilancio della lotta armata e la riproposizione della sigla delle Brigate Rosse, nel giugno scorso erano state già arrestate cinque persone, ancora detenute, e recuperata "importante" documentazione ideologica che teorizzava la ripresa della lotta armata e l'assunzione della denominazione "per il comunismo Brigate Rosse".
avatar
gabriel

Numero di messaggi : 1591
Data d'iscrizione : 29.04.09
Età : 46
Località : nato a Torino ma vivo a Modena

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum