Ultimi argomenti
» Cambio musica...
Lun Set 19, 2016 10:53 pm Da solenascente

» Incontro di oggi
Gio Set 01, 2016 8:16 pm Da solenascente

» Orrore a Parigi
Dom Nov 15, 2015 1:18 pm Da solenascente

» Una canzone
Ven Nov 13, 2015 11:09 pm Da solenascente

» PREGHIERA
Ven Dic 12, 2014 11:40 pm Da solenascente

» Fiori" particolari"
Ven Nov 14, 2014 8:45 pm Da solenascente

» PENSIERO DI OGGI
Gio Ott 09, 2014 12:02 am Da solenascente

» PITTORE IPERREALISTA PAOLO TAGLIAFERRO
Mar Ott 07, 2014 7:13 pm Da solenascente

» Ritmi esotici
Ven Mag 02, 2014 11:43 pm Da solenascente

Statistiche
Abbiamo 111 membri registrati
L'ultimo utente registrato è pittoreiperrealista81

I nostri membri hanno inviato un totale di 12193 messaggi in 1981 argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 6 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 6 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 340 il Mer Giu 02, 2010 10:18 pm

Rumi dice

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Rumi dice

Messaggio  solenascente il Gio Ott 24, 2013 10:03 pm

Rumi dice:

Se il Cielo non fosse innamorato
il suo seno non sarebbe dolce.
Se il Sole non fosse innamorato
il suo volto non brillerebbe.
Se la Terra e le montagne
non fossero innamorate
nessuna pianta germoglierebbe
dal loro cuore.
Se il Mare non conoscesse l’amore
Se ne starebbe immobile
da qualche parte.
Se il cielo, le montagne, i fiumi e
ogni altra cosa nell’universo fossero
egoisti e avidi come l’uomo e come
lui cercassero di conquistare e accumulare
cose per sé, l’universo non funzionerebbe.
Jalaluddin Rumi
avatar
solenascente

Numero di messaggi : 2098
Data d'iscrizione : 21.02.09
Età : 51

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rumi dice

Messaggio  solenascente il Dom Ott 27, 2013 9:53 pm

Ancora... sto approfondendo la conoscenza di questo mistico, un uomo "ponte".


]Guarda l'amore

Guarda l'amore come si intreccia
con chi si innamora.
Guarda lo spirito
come si fonde con la terra
dandole nuova vita.
Perché siamo così occupati
con questo o quello, con buono o cattivo?
Fai attenzione a come le cose si mescolano.

Perché parlare tanto del noto e dell'ignoto?
Guarda come l'ignoto si fonde nel noto.

Perché pensare separatamente
a questa vita e la prossima
quando sei nato dall'ultima?

Guarda il tuo cuore e la tua lingua,
uno sente ma è sordo e muto
l'altra parla in segni a parole.

Guarda l'acqua e il fuoco,
la terra e il vento,
nemici e amici contemporaneamente.
Il lupo e l'agnello,
il leone e il cerbiatto,
lontani eppur insieme.

Guarda l'unità di questa primavera  
e l'inverno, manifesti nell'equinozio.

Anche tu devi mescolarti amico mio
Perché la terra e il cielo
Sono mescolati proprio come te e me.

Sii come la canna da zucchero,
dolce e silenziosa,
non mescolarti a parole amare.

Il mio amato cresce
proprio dal mio cuore,
quale maggior unione ci può essere?


Rumi, versione inglese di Nader Khalili
avatar
solenascente

Numero di messaggi : 2098
Data d'iscrizione : 21.02.09
Età : 51

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rumi dice

Messaggio  priscilla il Mer Ott 30, 2013 5:45 pm

Smile mi piace
avatar
priscilla

Numero di messaggi : 1209
Data d'iscrizione : 23.05.09
Età : 40
Località : torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rumi dice

Messaggio  solenascente il Ven Nov 01, 2013 7:55 pm

priscilla ha scritto:Smile mi piace
Sono contenta di do qualche informazione perchè Rumi può essere accostato a San Francesco per il suo messaggio.

FRANCESCO D’ASSISI E JALÂL ÂLDÎN RUMI sono i mistici.  Sono la guida di tutti gli uomini di buona volontà che tendono alla pace nel loro cuore e al bene di tutta l’umanità.


IL FRATE FRANCESCO, GRANDE MISTICO DELLA CRISTIANITÀ, E IL SUFI RÛMÎ, GRANDE MISTICO DELL’ÎSLÂM sono molto vicini a Dio, e pertanto molto vicini fra di loro.
Hanno numerosi punti di contatto per ciò che riguarda la loro vita terrena, e molti punti di contatto per ciò che riguarda la loro visione del divino
Entrambi vissero nel XIII secolo; ciascuno di loro fondò un grande Ordine monastico, entrambi furono luminosi poeti mistici. Anzi: poco mancò che si incontrassero: nel 1216 Rûmî fu a Damietta ( Egitto), ripartendo subito per la Turchia; e san Francesco vi fu tre anni dopo, nel 1219, nel momento più cruciale della Quinta Crociata, bandita dal Concilio Lateranense. Vi si recò, come scrisse san Bonaventura, “con la ferma intenzione di presentarsi al Sultano d’Egitto.  
Nel 1216 Rûmî parlò a Damasco con il grande mistico e teologo musulmano Îbn âl`Arabî; e con Îbn âl`Arabî san Francesco conversò nel 1219, quando si recò in visita dal sultano Malik âlKamil, incontrandosi con i maestri del misticismo islamico, i Sufi. l Sultano d’Egitto, Malik al-Kamil,  (1180 - 1238), re saggio e dotto, qualche storico asserisce che fosse un Sufi. Proprio con lui Federico II di Svevia, altro sovrano illuminato,  (rifiutò al Papa per tutto il suo regno di partecipare alle crociate e per questo fu scomunicato) stipulerà dieci anni dopo, nel 1229, un trattato per il recupero pacifico dei Luoghi Santi di Gerusalemme.
Il saio è il mantello di lana con cappuccio precipuo dei sufi. È di lana, termine che in arabo è: suf, da cui Sufismo. Il saio francescano è quello stesso dei sufi in Terra Santa, in Marocco e nella Spagna; ed è quello che san Francesco vide alla corte del sultano
RUMI JALADDIN
Nacque a Balkh, nell’attuale Âfghânistân, il 30 settembre 1207. Il padre, sufi, teologo e predicatore di fama, lasciò Balkh nel 1209  Pochi anni dopo la città venne distrutta dai Mongoli invasori.
La famiglia soggiornò in `Irâq, poi in Siria, infine in Turchia dove nel 1225 Rûmî sposò  figlia di un maestro sufi di Samarcanda. Nel 1228 Rûmî dapprima insegna nella Facoltà di Teologia, poi fonda la Confraternita dei Sufi Mevlevi, detti in Europa i "dervisci giranti".
Il1 7 dicembre 1273 Rûmî spirò serenamente. Sembra che al lutto, durato quaranta giorni, abbiano partecipato anche i cristiani e gli ebrei, officiando le preghiere per i defunti proprie della loro religione. Safa" vuol dire purezza: i Sufi sono i Puri. Per questo se chiedete a uno se é un Sufi, non sentirete mai dire di sì, perché chi lo é, per modestia non lo dice. I Sufi si dividono in Confraternite, a un dipresso, appunto, come le Confraternite dei frati e delle suore nel mondo cristiano, con la sola differenza che i sufi e le sufi si sposano e vivono nel mondo, o, come essi dicono:. «Nel mondo, ma non del mondo, nulla possedendo e da nulla essendo posseduti.»
La poesia dei Sufi intende esprimere l'Amore divino.I veri Sufi seguono questi principi base: rispetto per le persone; rispetto per tutte le religioni; amore per la pace; comportamento corretto sulla base dell'etica.
Rumi è il poeta dell'amore .L'amore  è il filo comune che attraversa tutte le sue poesie. Rumi vede l'amore come la matrice del cosmo. L'amore è il sentiero di Rumi per arrivare a Dio.  



Poesia di pace
Rumi manda il seguente messaggio a coloro che vogliono seguire il sentiero dell'amore divino:

Va' e lava tutto l'odio dal tuo cuore
sette volte con l'acqua
Poi potrai essere nostro compagno
e bere il vino dell'amore.
avatar
solenascente

Numero di messaggi : 2098
Data d'iscrizione : 21.02.09
Età : 51

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rumi dice

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum