Ultimi argomenti
» Cambio musica...
Lun Set 19, 2016 10:53 pm Da solenascente

» Incontro di oggi
Gio Set 01, 2016 8:16 pm Da solenascente

» Orrore a Parigi
Dom Nov 15, 2015 1:18 pm Da solenascente

» Una canzone
Ven Nov 13, 2015 11:09 pm Da solenascente

» PREGHIERA
Ven Dic 12, 2014 11:40 pm Da solenascente

» Fiori" particolari"
Ven Nov 14, 2014 8:45 pm Da solenascente

» PENSIERO DI OGGI
Gio Ott 09, 2014 12:02 am Da solenascente

» PITTORE IPERREALISTA PAOLO TAGLIAFERRO
Mar Ott 07, 2014 7:13 pm Da solenascente

» Ritmi esotici
Ven Mag 02, 2014 11:43 pm Da solenascente

Statistiche
Abbiamo 111 membri registrati
L'ultimo utente registrato è pittoreiperrealista81

I nostri membri hanno inviato un totale di 12193 messaggi in 1981 argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 4 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 4 Ospiti

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 340 il Mer Giu 02, 2010 10:18 pm

giudici e giudicati .....

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

giudici e giudicati .....

Messaggio  gabriel il Mer Ott 28, 2009 5:53 pm

ROMA - "Ogni occasione sembra buona per denigrare l'ordine giudiziario e descrivere i palazzi di giustizia come sezioni di partito, frequentate da magistrati militanti. Nessun ufficio giudiziario merita queste infondate e ridicole definizioni, tanto meno quello di Milano". E' quanto sottolinea in una nota la giunta dell'Associazione nazionale magistrati, replicando indirettamente alle accuse mosse ieri alle toghe di Milano dal premier Silvio Berlusconi.

I PM: "TOGHE ROSSE PER IL SANGUE VERSATO"
"Se tra di noi ci sono toghe rosse è solo per il sangue versato dai nostri colleghi che hanno perso la vita in difesa della legalità e dei valori costituzionali". A rispondere al premier Silvio Berlusconi che ieri a Ballarò aveva denunciato l'anomalia "di pm comunisti" è il procuratore aggiunto di Milano Alfredo Robledo che, tra le altre cose, cominciò le indagini che hanno portato al processo su presunte irregolarità nell'acquisto di diritti televisivi da parte di Mediaset.

"Definire comunisti i colleghi delle procure che lavorano seriamente è inammissibile: il lavoro dei magistrati del pubblico ministero, per altro, trova poi conferma nelle pronunce dei giudici. Ed allora o siamo tutti comunisti o non possono esserlo solamente le procure", ha detto il Procuratore capo della Repubblica di Siracusa Ugo Rossi, il quale ha definito "un fatto gravissimo" le frasi del premier a Ballarò, programma che ieri sera ha fatto un boom di ascolti, seguito da quasi 5 milioni di spettatori (4.898.000), share 19,69.

CSM VALUTA INTERVENTO SU ACCUSE DEL PREMIER A TOGHE - Il Csm potrebbe intervenite a difesa dei magistrati di Milano bollati come "comunisti" da Silvio Berlusconi e come la vera "anomalia" del Paese. La strada, però, non sarebbe quella dell'apertura di un nuovo e specifico fascicolo; le ultime frasi del premier potrebbero confluire nella pratica a tutela dei pm di Milano e di Palermo, che hanno riaperto le indagini sulle stragi mafiose e che sono stati accusati dal presidente del Consiglio di cospirare contro di lui.

L'apertura di questa pratica era stata chiesta il mese scorso dai consiglieri laici del centro-sinistra e martedì la Prima Commissione deve votare sulla richiesta. E, se come è prevedibile, darà il suo via libera (occorrono quattro voti su sei), potrebbe decidere di inserire un riferimento anche alle ultime esternazioni del premier nella risoluzione che poi dovrà portare all'esame del plenum. Un'ipotesi che circola in queste ore a Palazzo dei marescialli. "Un intervento del Csm su queste nuove dichiarazioni è necessario e fuori discussione - dice il togato di Magistratura democratica, Livio Pepino -. Ma questo non vuol dire che necessariamente bisogna aprire una nuova pratica a tutela".

BERLUSCONI: IN ITALIA OPPOSIZIONE SONO I PM COMUNISTI - "Berlusconi anche ieri sera ha rasentato il ridicolo accusando i giudici di Milano di essere comunisti. Come ricorda qualche quotidiano questa mattina, il giudice Lapertosa, che ieri ha condannato Mills, è lo stesso giudice comunista che lo aveva assolto in appello nel processo Sme", ha detto il presidente dei senatori dell'Italia dei Valori, Felice Belisario. "Come mai allora Berlusconi ha dimenticato di ricordare di essere stato assolto da un giudice comunista? La verità è che il premier ha l'ossessione dei giudici e della magistratura e vede complotti ovunque. Oppure ha paura di essere giudicato. Vada in tribunale - conclude Belisario - e vedrà che i magistrati non hanno colore politico, ma si limitano semplicemente ad applicare la legge".

di Sergio CassiniSilvio Berlusconi interviene a sorpresa, al telefono da Arcore dove è in convalescenza, a Ballarò su Raitre. E, nel giorno della sentenza d'appello del processo Mills (condanna confermata all'avvocato inglese), attacca a tutto campo, i giudici, in primo luogo e in particolare "i pm comunisti che sono la vera opposizione nel nostro Paese".Poi anche il neosegretario del Pd Pier Luigi Bersani: "Con lui è tornato il Pci". Il premier non perdona neppure la tv pubblica e in particolare la trasmissione di Giovanni Floris, che descrive come "il festival della calunnia, della falsità pagato con i soldi dei contribuenti".

Il Cavaliere parla anche della vicenda di Piero Marrazzo e della telefonata con cui ha avvertito l'ormai ex presidente della regione Lazio del video che lo ritraeva in compagnia di un trans: "L'ho lasciato pienamente libero di decidere le scelte da fare: acquistare il documento dall'agenzia che ce l'aveva oppure denunciare l'intera vicenda alla magistratura".Quanto alla Mondadori, alla quale era stato offerto il filmato dello scandalo in cambio di un compenso, Berlusconi ha chiarito che il rifiuto dell'acquisto era già stato fatto prima che lui fosse informato di tutto dalla figlia Marina, "perché la Mondadori non è né Repubblica, né l'Espresso".

"L'anomalia di questo Paese - ha detto Berlusconi - non sono io, ma i giudici comunisti, che da quando sono entrato in politica mi hanno aggredito con innumerevoli ed infondate iniziative giudiziarie. Ma Silvio Berlusconi - ha aggiunto parlando in terza persona - è davvero l'imprenditore più criminale di questo mondo?".Nel suo lungo intervento telefonico, il premier ha anche contestato con forza tutte le "illazioni" che i mass media avrebbero riferito sul suo viaggio in Russia: "Sono rimasto con Putin solo per un giorno con l'obiettivo di lavorare positivamente al rilancio delle imprese italiane. E sono partito in ritardo solo per la fitta nebbia". Non è mancato un accenno di Berlusconi alla vicenda Tremonti, incontrato ieri sera ad Arcore: "E' stato chiarito un equivoco. La politica del rigore non è stata solo una scelta del ministro dell'Economia, ma di tutto il governo. La politica del rigore va coniugata con le esigenze dello sviluppo".Quanto alla riduzione dell'Irap, "si farà, come prevede il programma di governo, perché insieme al rigore occorre anche aiutare le imprese e le famiglie (con il quoziente familiare)". Ma si potra fare solo "entro i tempi possibili, in base alla situazione dei conti pubblici, e cioé quando sarà finita la crisi". Quando? "Nessuno al mondo lo sa", è stata la risposta del premier.

L'intervento di Berlusconi a Ballarò è stato contestato da Rosy Bindi, del Pd, ospite in studio con Pier Ferdinando Casini e i ministri Angelino Alfano e Ignazio La Russa: "Nessun politico al mondo ha la possibilità di intervenire in una trasmissione pubblica per fare affermazioni che non sono convincenti - ha detto la vicepresidente della Camera - L'unica possibilità che ha di dimostrare che è nella legalita, come ripete, è di farsi processare".La Bindi ha ingaggiato così un nuovo acceso duello con il Cavaliere dopo quello, sempre in diretta tv, avuto qualche settimana fa a Porta a Porta, quando Berlusconi l'aveva definita "più bella che intelligente" e si era sentito rispondere "non sono una donna a sua disposizione". Aspri anche i botta e risposta tra Berlusconi e Floris, con voileva interloquire con il presidente del Consiglio. "A proposito, come va la scarlattina?", è stata l'ultima domanda, con il sorriso sulla labbra del conduttore. "Se viene a casa mia sarò felice di attaccargliela...", è stata la replica del Cavaliere.



Questo è quello che accade in Italia , ma leggendo mi è venuto un pensiero rivolto a me e alla mia vita , se io faccio un marone , cioè una cazzata al lavoro , non inveisco con il mio capo dicendo che c'è l'ha con me , bensì mi sto zitto e cerco di ricucire , invece Lui non lo fa perchè ? forse perchè è innocente ? ma se Mills è stato condannato con prove certe , allora non è innocente ? e' veramente uno schifo ...

solo i poveracci pagano ... questa è la vita in italia
avatar
gabriel

Numero di messaggi : 1591
Data d'iscrizione : 29.04.09
Età : 46
Località : nato a Torino ma vivo a Modena

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: giudici e giudicati .....

Messaggio  gabriel il Ven Gen 15, 2010 4:13 pm

MILANO - I giudici della decima sezione penale del Tribunale di Milano hanno dichiarato aperto il dibattimento del processo a Silvio Berlusconi, accusato di aver corrotto l'avvocato David Mills. I giudici quindi non hanno accolto la richiesta di dichiarare inutilizzabili tutti gli atti formatisi nel corso del processo - che si è concluso con la condanna del legale inglese - e il capo di imputazione che colloca il reato nel 2000.

I giudici, nel loro provvedimento, spiegano, infatti, che l'utilizzabilità degli atti può essere valutata caso per caso nel corso del dibattimento e hanno quindi dichiarato aperto il dibattimento. A questo punto, dai legali del premier è giunta una richiesta di sospensione del processo in attesa che le sezioni unite della Corte costituzionale decidano sulla posizione dell' avvocato inglese David Mills, condannato in appello a 4 anni e 6 mesi e per il quale si terrà l'udienza davanti alla suprema corte il prossimo 25 febbraio. I legali hanno fatto presente che, qualora i giudici dovessero decidere per una sospensione del processo, sarebbero loro stessi ad avanzare una richiesta di sospensione dei termini di prescrizione. Al rinvio si è opposto il pm Fabio De Pasquale. Niccolo Ghedini e Piero Longo hanno spiegato che la decisione della Cassazione potrebbe stabilire dei criteri che potrebbero influire sulle richieste di prova della difesa. Da qui la richiesta di un rinvio


Io non riesco ancora a capire ma non vedete che Berlusconi è un poveraccio vittima di continui attacchi perchè lui vuole bene al paese e farlo rifiorire , aiutando i poveracci ?????
non capisco perchè tutti mettono in campo questi argomenti , quando si sa bene che sono solo falsità create apposta dai giudici Rossi , lui non ha mai pagato il Signor Mills come lui stesso a dichiarato a un suo commercialista . Io non vorrei mettere mano alla politica ma purtroppo devo convenire che nelle leggende c'e sempre qualcosa di vero , a chi credere ????
Si direte Gabriel è impazzito , no non sono impazzito ma vorrei proprio capire , anche se sotto sotto ho già capito , vorrei capire come la gente crede a una persona che le fa di cotte e di crude e poi si fa immortalare nelle foto con un sorriso a 360 denti , come se fosse innocente . sicuramente non lo toccheranno mai , perchè è impossibile affondarlo ha troppo le mani in pasta , in qualsiasi pasta , uno così se la caverà sempre perchè ha amicizie in tutti i settori, ma allora chi può aiutarci a migliorarc i a vivere una vita migliore , a calare le tasse , a rendere la giustizia giusta per tutti , perchè si dice La legge è uguale per tutti , ma non è mica vero , se hai i soldi la giustizia te la compri o ti compri le prove ... quindi io vi auguro di diventare ricchi solo così ve la potrete passare sempre bene ....
auguri
avatar
gabriel

Numero di messaggi : 1591
Data d'iscrizione : 29.04.09
Età : 46
Località : nato a Torino ma vivo a Modena

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

GIUDICI E GIUDICATI?

Messaggio  FOGGY il Ven Gen 15, 2010 10:23 pm

BLA,BLA,BLA,BLABLA,..................IMBOCCATURE ,OPINIONI PERSONALI ,MA LA VERITA' QUALE E' ,LA TUA.

LA LEGGE E' UGUALE PER POCHI. E' SEMPRE STATO COSI' E SARA' SEMPRE COSI'.

FOGGY
avatar
FOGGY

Numero di messaggi : 78
Data d'iscrizione : 30.08.09
Età : 54
Località : piacenza

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: giudici e giudicati .....

Messaggio  solenascente il Ven Gen 15, 2010 11:45 pm

FOGGY ha scritto:BLA,BLA,BLA,BLABLA,..................IMBOCCATURE ,OPINIONI PERSONALI ,MA LA VERITA' QUALE E' ,LA TUA.

LA LEGGE E' UGUALE PER POCHI. E' SEMPRE STATO COSI' E SARA' SEMPRE COSI'.

FOGGY

FOGGY SCUSAMI MA ANCHE SE NELLA REALTA' SPESSO E' COSI
NON POSSO E NON VOGLIO ACCETTARE QUESTO PRINCIPIO.
Mi hanno insegnato che ne hanno elaborato un altro e bisogna almeno provarci a perseguirlo.
avatar
solenascente

Numero di messaggi : 2098
Data d'iscrizione : 21.02.09
Età : 52

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: giudici e giudicati .....

Messaggio  Country Road il Sab Gen 16, 2010 10:38 am

Berlusconi esagera quando parla di magistrati comunisti, ma purtroppo le carriere sono legate ai vari partiti.
Io non parlo per sentito dire o per articoli di giornale, ma per esperienza diretta ( ho lavorato a contatto con la magistratura per anni ) e, molti concorsi, molti "posti buoni" e altrettanti trasferimenti a sedi "gradite" piuttosto che distaccamenti "caldi" sono sempre stati gestiti con tessere del partito.
Che molti magistrati fossero iscritti all'allora PCI è un caso, penso legato ai tempi, visto che se avevi la tessera del PSI vincevi i concorsi pubblici e se avevi quella della DC entravi all'ENEL o alla SIP.
Diciamo che parlo del periodo che io conosco, ma era così e non credo sia cambiato poi di molto.
Anche la famosa indagine "MANI PULITE", con quel "sant'uomo" ( integerrimo ed onesto ! ) di DI PIETRO, ha fatto una bella pulizia, fermandosi poi davanti alle coop rosse, fermandosi davanti ad un evidenza che tutti sapevano ( così come si sapeva dei socialisti e del sistema che vigeva in Italia). Stop all'indagine e un bello scranno per lui .... VIVA L'ITALIA!
Oggi non è cambiato nulla, se vuoi certe posizioni devi avere la tessera e/o devi pagare la mazzetta. La differenza è solo che - quando c'erano i socialisti avevi la certezza della cifra e del risultato - oggi devi pagare e magari sei tra i pochi sfortunati a cui capitano le manette ai polsi.
Io penso che un rappresentante del governo ( qualsiasi carica ricopra ) non dovrebbe dire certe cose.
Sarebbe anche giusto fare come nei carabinieri : nessuna tessera, nessuna appartenenza, nessuno schieramento, previo l'espulsione!



CLAUDIO
avatar
Country Road
Admin

Numero di messaggi : 1396
Data d'iscrizione : 17.02.09
Età : 53
Località : PIACENZA

Vedi il profilo dell'utente http://bardegliartisti.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

BLA BLA BLA BLA

Messaggio  gabriel il Dom Gen 17, 2010 6:08 pm

FOGGY ha scritto:BLA,BLA,BLA,BLABLA,..................IMBOCCATURE ,OPINIONI PERSONALI ,MA LA VERITA' QUALE E' ,LA TUA.

LA LEGGE E' UGUALE PER POCHI. E' SEMPRE STATO COSI' E SARA' SEMPRE COSI'.

FOGGY

LA VERITA' E' CHE TU GUARDI CON GLI OCCHIALI FODERATI DI SALAME , SPERIAMO SIA ALMENO BUONO ...
MI PIACEREBBE SAPERE CHE ISTRUZIONE HAI ? SICURAMENTE NON CI ARRIVI TANTO LONTANO COI RAGIONAMENTI , TI FAI IMBOCCARE DAI TUOI POLITICI , LORO DICONO "A" E TU DICI "A" , MI SEMBRA PIù CHE GIUSTO , IL POPOLO CHE PAGA NON DEVE PENSARE CON LA SUA TESTA , DEVE SOLO LAVORARE E LAVORARE .
INVECE DEVO DARE ONORE AL MERITO A CLAUDIO , UNA PERSONA CHE ANCHE SE NELLA FAZIONE OPPOSTA CI SI PUO' FIDARE , UN GRAND UOMO , PARLA CON IL CERVELLO NON COI PIEDI ....
avatar
gabriel

Numero di messaggi : 1591
Data d'iscrizione : 29.04.09
Età : 46
Località : nato a Torino ma vivo a Modena

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

chissà....

Messaggio  gabriel il Lun Gen 18, 2010 5:07 pm

MILANO - I giudici della prima sezione penale del Tribunale di Milano non hanno concesso ai difensori di Silvio Berlusconi i termini a difesa per valutare il ricorso al rito abbreviato nel processo per le presunte irregolarità nella compravendita di diritti televisivi e cinematografici da parte di Mediaset. La richiesta era stata avanzata dai legali di Silvio Berlusconi e di altri imputati. La contestazione suppletiva che ha dato origine alla richiesta fu fatta in dibattimento dal Pm Fabio De Pasquale, e riguarda una presunta frode fiscale ai bilanci in relazione agli anni 2000, 2001, 2002 e 2003. La contestazione suppletiva, formulata a suo tempo, aveva dilatato i tempi della prescrizione.

I giudici, presieduti da Eduardo D'Avossa, hanno ritenuto che gli imputati avrebbero dovuto esercitare il diritto alla richiesta di rito abbreviato nel momento in cui era stata formulata la contestazione suppletiva. Il processo, quindi, non sarà sospeso come, invece, chiesto dai legali di Silvio Berlusconi che avevano chiesto un termine per valutare la concessione del rito abbreviato in seguito alla decisione della Corte Costituzionale che aveva in parte dichiarati illegittimi gli articoli 517 e 516 del codice di procedura penale nella parte in cui non consentivano la richiesta di rito abbreviato in caso di contestazioni suppletive tardive fatte in dibattimento.

Il processo riprenderà il 25 gennaio. In quella data le parti discuteranno dell'acquisizione di documenti, in particolare degli interrogatori presi dai vari imputati i quali hanno poi negato la loro disponibilità all' esame, chiesta dal pm Fabio De Pasquale. I giudici hanno poi fissato un calendario di massima fino al 12 aprile quando si cominceranno a sentire i testi della difesa di Silvio Berlusconi. Il 22 marzo il tribunale dovrebbe andare a Montecarlo per esperire una rogatoria con alcuni testimoni chiesti dal pm e che vivono nel Principato.

PM, CONTESTAZIONE NON E' TARDIVA - Il pm De Pasquale, dopo la richiesta dei legali di Silvio Berlusconi di avere dei termini per valutare se accedere al rito abbreviato, ha spiegato in aula che la contestazione suppletiva formulata in dibattimento "non é tardiva". E non lo sarebbe in quanto "é basata su fatti nuovi, che emersero da una consulenza di Kpmg del 18 luglio del 2006".

La tardività della contestazione era stato uno degli elementi utilizzati dai difensori del premier per chiedere, appunto, un termine per valutare il ricorso al rito abbreviato dopo la sentenza della consulta che bocciava gli articoli 517 e 516 del codice civile, nella parte in cui non consentivano l' accesso all'abbreviato in presenza di contestazioni suppletive in dibattimento.

BERLUSCONI: NON CI SARO', AVANTI SENZA DI ME - Il presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, aveva intanto fatto avere ai giudici della prima sezione penale del tribunale di Milano, davanti ai quali è in corso il processo per i diritti tv, una comunicazione in cui spiega di rinunciare espressamente alla sua presenza in aula stamani e che, quindi, l'udienza può procedere anche in sua assenza.

Nella comunicazione il premier spiega anche che era sua intenzione rendere dichiarazioni spontanee, ma che i suoi legali gli hanno spiegato che questo sarebbe stato "processualmente inaccettabile", in quanto vi sono tuttora delle attività istruttorie in corso. Berlusconi fa riferimento anche a "accadimenti sopravvenuti e ben noti" che hanno notevolmente modificato la programmazione dei suoi impegni.
avatar
gabriel

Numero di messaggi : 1591
Data d'iscrizione : 29.04.09
Età : 46
Località : nato a Torino ma vivo a Modena

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: giudici e giudicati .....

Messaggio  Licenziato Rita il Mar Gen 19, 2010 12:38 pm

Per Claudio: intanto all'epoca che dici di non conoscere come non la conosco io, non so perchè, vuoi per la tessera, la raccomandazione, un cavolo di lavoro decente usciva, oggi partecipare ad un concorso pubblico èuna vera perdita di tempo.Poi non capisco, molte persone occupano posti pubblici con il diploma superiore, perchè oggi per lo stesso posto ci vuole la laurea? Boh mistero, cioè credo che la risposta sia perchè ci sarebbe troppa gente che parteciperebbe al concorso, quindi alzare il titolo significa restringere il campo. Intanto siamo sempre lì, prima di mani pulite si riusciva a lavorare per raccomandazione, dopo non si è capito più nulla, ma non credo che ne abbia risentito qualcuno nelle alte sfere.
avatar
Licenziato Rita

Numero di messaggi : 191
Data d'iscrizione : 13.03.09
Età : 48

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

continuo ....

Messaggio  gabriel il Mer Gen 20, 2010 2:05 pm

ROMA - Il processo breve continua ad essere un ostacolo al confronto sulle riforme, e in particolare su quelle della giustizia: il segretario del Pd, Pierluigi Bersani, ha ribadito stasera alla trasmissione Ballarò che il suo partito si batterà "con tutte le forze" anche alla Camera contro la legge approvata oggi dal Senato, mentre il ministro Sandro Bondi ha a sua volta insistito su un punto di fondo: questa ed altre non sono leggi ad personam pro Berluscconi, perché il processi del premier non sono un problema personale ma dimostrano "l'uso politico della giustizia", iniziato con Craxi. Bersani ha accusato il centrodestra di considerare "il Parlamento una succursale dell'ufficio di difesa del presidente del Consiglio", viste le diverse leggi salva-premier passate e presenti. Peraltro, il segretario del Pd non ha escluso la disponibilità a parlare di immunità: "Io accetto la sfida delle riforme - ha insistito - come la riduzione del numero dei parlamentari, il superamento del bicameralismo perfetto; lì dentro sono pronto a considerare le forme di garanzia tra i presidii della Repubblica, il governo, il parlamento, la magistratura". "Se Berslusconi è uno statista - ha aggiunto - lo dimostri togliendo dal tavolo i suoi problemi personali".

"Da lei mi aspettavo parole diverse - ha replicato Bondi -Il problema della giustizia in Italia non è una questione personale di Berlusconi, ma è il problema dell'uso politico della giustizia, dell'attacco da parte di alcuni magistrati verso il presidente del Consiglio, e prima di lui verso Craxi. Senza questo non si capirebbe la storia del nostro Paese". Insomma i presupposti politici delle due parti rimangono immutati e distanti. Tanto che Bersani ha annunciato che la stessa battaglia condotta dal Pd in Senato, verrà replicata alla Camera: "noi vogliamo fermare questa legge con tutte le nostre forze", perché "é una amnistia per i colletti bianchi". La distanza appare evitende quando Bersani evoca Avatar, proprio per constatare che i due interlocutori sembrano essere in due pianeti diversi: "Questo dibattito rischia di portarci su Avatar; siamo sempre costretti a discutere di cose così, e io lo trovo allucinante"


Mi spiace mettere anche questi post ma non trovo assolutamente giusto la presa di posizione di questo governo ....Sono per le riforme per il popolo ?????? basta avere una grossa maggioranza e dfare quello che vuoi anche sovvertire l'ordine naturale della repubblica , anche farla diventare una monarchia dove il Re sappiamo chi è ...
Democrazia è una parola antica , ormai si è perso il valore ....
avatar
gabriel

Numero di messaggi : 1591
Data d'iscrizione : 29.04.09
Età : 46
Località : nato a Torino ma vivo a Modena

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re giudici e giudicati

Messaggio  solenascente il Mer Gen 20, 2010 7:07 pm

Mi spiace mettere anche questi post ma non trovo assolutamente giusto la presa di posizione di questo governo ....Sono per le riforme per il popolo ?????? basta avere una grossa maggioranza e dfare quello che vuoi anche sovvertire l'ordine naturale della repubblica , anche farla diventare una monarchia dove il Re sappiamo chi è ...
Democrazia è una parola antica , ormai si è perso il valore ....



A quanto pare si....guarda che ti ho trovato per meditare....
Ti aggiungo anche l'abstract cos' puoi seguire meglio....

Protagora, di cui peraltro occorre premettere sappiamo molto poco, sappiamo soprattutto ciò che ce ne racconta Platone, un suo avversario quindi, sembra comunque tendesse a svincolare la norma morale, la norma di comportamento politico da riferimenti di tipo trascendente, cioè da dei riferimenti alla divinità propri della tradizione religiosa. < Si dice che Protagora nel suo scritto su ‘Gli dei’ abbia esordito nel modo seguente: “Degli dei non so né che sono, né che non sono, né quale sia il loro aspetto. Molte sono infatti le difficoltà che si oppongono: la grande oscurità della cosa e la brevità della vita umana > Più probabilmente la tesi di Protagora si può definire in questo modo: non c’è una giustizia che origini da principi trascendenti o esterni al mondo umano, la giustizia del mondo umano è ciò che viene sancito dalla legge, è giusto ciò che la legge della città considera tale. La legge della città è promulgata da una maggioranza democratica all’interno della città, quindi la città, gli uomini in quanto membri della città, sono la misura dei valori, perché promulgano le leggi che sanciscono il giusto e l’ingiusto. Questa tesi di Protagora è una tesi pericolosa, pericolosa per la stessa democrazia alla quale essa vuole offrire un fondamento e una giustificazione anche morale. Da un lato, certo, si ritiene che la vita della città sia in questo modo, autosufficiente moralmente e giuridicamente, dall’altro, però, e questo ragionamento sarà fatto da alcuni sofisti, se non c’è alcun fondamento oggettivo per le norme morali e politiche, se questo fondamento sta soltanto nel potere di chi è in grado di poter imporre delle leggi, o attraverso maggioranze o attraverso – perché no – atti di imposizione tirannica, si dovrà allora dire che la norma morale è totalmente in balia dei potenti, che la norma morale, come dirà un sofista come Trasimaco, è soltanto il mascheramento degli interessi del potere. Dunque, quello che conta è il detenere il potere e non il rispettare alcuna norma.

puoi anche ascoltare

avatar
solenascente

Numero di messaggi : 2098
Data d'iscrizione : 21.02.09
Età : 52

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: giudici e giudicati .....

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum